Dal cervello ciarliero alla lucida intuizione

B.K.S. Iyengar ha creato, sperimentandolo su di sé, uno straordinario metodo che ci permette di esprimere il massimo potenziale non solo del corpo ma di ogni parte e piano del nostro essere. Ha fatto in modo che ogni persona che lo desiderasse potesse incarnare con il proprio cambiamento il processo di trasformazione dell’umanità. Ha in questo modo cambiato il destino di tanti, ha promosso un’idea di mondo e di vita che si è diffusa al di là e ben oltre i confini e gli stati. Ha dimostrato che creare un mondo nuovo è possibile e l’ha realizzato facendo sì che le sue radici nascessero là dove nascono i cambiamenti più importanti: nel cuore dell’Uomo.

Ecco una sua efficace ed appassionante descrizione di quello che avviene con la pratica dello yoga:

“Ciò che vi sto descrivendo è un viaggio da un cervello ciarliero al puro istinto per raggiungere la lucida intuizione. Quando le persone cominciano a praticare lo yoga, molto probabilmente stanno ancora vivendo nella loro mente e nelle loro emozioni, in un’interminabile chat-room virtuale. Leggono libri e articoli su ciò che bisogna mangiare e su come ci si deve esercitare, cose che qualunque animale selvaggio rifiuterebbe. Ma non sanno come vivere, sanno solo ciò che desiderano. L’istinto viene intorpidito. Con la pratica degli asana e del pranayama, prima di tutto ci spostiamo al di fuori della mente e purifichiamo il corpo, i sensi e gli organi. L’istinto ne viene rinvigorito. Ecco che interviene l’intelligenza corporea appena risvegliata, che ci dice automaticamente quali cibi mangiare, quando e come esercitarsi, e quando riposarsi o dormire. Le persone si dimenticano che nella nostra ricerca dell’anima rivendichiamo prima di tutto le gioie originarie del regno, della salute e dell’istinto degli animali, così vibranti e pieni di vita. Allo stesso tempo stiamo trasformando l’istinto in intuizione. L’intelligenza si fa le ossa sull’analisi e la sintesi, la ragione e la deduzione, diventando sempre più forte. Gradualmente, comincia a sorgere l’intelligenza superiore dell’intuizione, come la luce che appare nel cielo prima dell’alba. L’istinto è l’intelligenza inconscia delle cellule che viene alla superficie. L’intuizione è la conoscenza super-conscia in cui sappiamo prima di sapere in che modo sappiamo.”   (B.K.S.Iyengar)

Maria Figoni

 

2 thoughts on “Dal cervello ciarliero alla lucida intuizione”

  1. Che spettacolo la foto!! Un viaggio da un cervello ciarliero al puro istinto per raggiungere la lucida intuizione, questo è il viaggio che voglio fare !!!

  2. Sì Giulia, è una foto straordinaria. Iyengar era davvero un uomo in grado di immaginare un mondo diverso e si impegnava per crearlo. Hai visto quante persone? Tutti nostri compagni di viaggio, e il bello è che la destinazione…siamo noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.